Redazione

6 Luglio 2020

Permitting: una semplificazione necessaria per la transizione energetica

Le lentezze degli iter autorizzativi rappresentano il maggiore ostacolo alla realizzazione degli obiettivi del PNIEC. Serve una sistematica semplificazione delle procedure vigenti. L’articolo di GB Zorzoli su ENERGIA 2.20 avanza alcune proposte che possono rendere l’investimento in impianti di produzione elettrica da fonte rinnovabile (i più contestati) concretamente conveniente per i soggetti sociali coinvolti: strumenti di tipo individuale, come il crowdfunding, o collettivo, mediante Corporate PPA a comunità energetiche, da parte di chi intende realizzare l’impianto.

3 Luglio 2020

Un mercato dissolto

Tra vuoto di domanda, crollo dei prezzi e futuro incerto, il mercato globale del petrolio così come lo conoscevamo si è letteralmente dissolto. Se del quadro che va dipanandosi non è dato sapere l’approdo, vale allora riannodare il nastro a prima che esplodesse la pandemia. Determinante per il dopo sarà il fattore tempo. Come e quando ripartirà la domanda e l’impatto che nel mentre si avrà avuto sull’offerta: industria petrolifera, giacimenti esistenti e sviluppi programmati, architettura geopolitica mondiale. Il tutto nel totale silenzio e passività degli Stati consumatori che pure da queste dinamiche sono e saranno affetti. L’analisi di Alberto Clò sull’ultimo numero di ENERGIA.

2 Luglio 2020

Verso un andamento ‘stop-and-go’ delle economie?

Le drastiche revisioni delle stime sull’andamento dell’economia mondiale sono avvolte dall’incertezza, data l’eccezionalità della situazione e la stretta connessione con l’evoluzione dell’aspetto sanitario della crisi. Possono però fornire un punto di partenza per una prima valutazione delle misure e degli strumenti di politica economica immediatamente messi in campo. La risposta dell’Unione Europea alla crisi, elaborata in due fasi, contiene alcuni strumenti per la ripresa degli Stati membri più colpiti come l’Italia. Ma saranno sufficienti? L’analisi di Sergio De Nardis (LUISS) su ENERGIA 2.20

30 Giugno 2020

Impatto del lockdown sul sistema energetico italiano

L’emergenza COVID-19 e le misure adottate per fronteggiarla hanno avuto effetti immediati sul sistema energetico nazionale. Su ENERGIA 2.20 Francesco Gracceva, Ettore Bompard, Bruno Baldissara, Stefano Corgnati, Carmelo Mosca e Alessandro Zini forniscono una prima valutazione e stima degli effetti della crisi in corso sui consumi di energia e sulle emissioni nel primo semestre 2020. Offrono anche un’anticipazione del futuro sistema elettrico, che ha rivelato una condizione simile a quella attesa realizzarsi nel percorso di decarbonizzazione: l’aumento della generazione non convenzionale, pur fondamentale in termini di sostenibilità, mostra grandi sfide in termini di sicurezza.

29 Giugno 2020

Ambiente ed Energia nella corsa alla Presidenza USA

La campagna presidenziale è dominata dalla pandemia e dalla crisi economica. Le politiche ambientali ed energetiche restano in secondo piano. Ma che vinca l’uno o l’altro, secondo Ed Hirs (Houston University) su ENERGIA 2.20, non dovremmo aspettarci mutamenti sostanziali della politica energetica degli Stati Uniti.

26 Giugno 2020

Odissea di investimenti e la fitta tela del Green Deal

Gli investimenti come un “Ulisse in mare aperto” l’immagine adottata da Valeria Palmisano Chiarelli nella sua prima «Lettera da Bruxelles», rubrica con cui accompagna i lettori di ENERGIA a tenere il passo dell’agenda europea.

25 Giugno 2020

Transizione energetica europea a rischio

La crisi rivela alcuni principi per guidare la ripresa energetica, a cominciare da rinnovabili, idrogeno e gas naturale. L’analisi di Pèlegrin e Rallo (GEG) su ENERGIA 2.20.

22 Giugno 2020

COVID 19 e mobilità: quali prospettive?

Nei prossimi mesi con buona probabilità una parte degli utenti del trasporto pubblico tenderà a operare scelte modali a favore dell’auto privata, col pericolo di un ritorno su strada di veicoli vecchi, pericolosi ed inquinanti. Come garantire allora una mobilità sicura e sostenibile per tutti? L’analisi di Giuseppina Fusco su ENERGIA 2.20

17 Giugno 2020

Serve equità per attenuare i conflitti sociali nel dopo pandemia

La pandemia si è rivelata nient’affatto egualitaria ed ha aggravato, dilatandole, le disparità sociali (per genere, età, reddito, istruzione, territori, occupazione) così che “i ricchi diventano sempre più ricchi e i poveri sempre più poveri”. Gli effetti della crisi e le possibili soluzioni secondo Fabrizio Battistelli, dall’editoriale di ENERGIA 2.20.