Gas

21 Dicembre 2020

Recensione – The New Map: Energy, Climate and the Clash of Nations

Nel suo ultimo libro, Daniel Yergin racconta come stanno cambiando gli equilibri geopolitici dell’energia. Contano le tensioni economiche, militari e geografiche tra le nazioni, conta quanto valgono oggi le singole fonti. Ma soprattutto la politica, che prova a «riordinare» il sistema energetico mondiale verso un mondo a zero emissioni climalteranti.

7 Dicembre 2020

Energia 4.20: English index and abstracts

Alberto Clô introduces the contents of the new issue of ENERGIA: «Nothing will be the same»; «Joe Biden and climate issue: what else?»; «The Devil and the Holy Water»; «A climate agenda in the stakeholders interest»

12 Novembre 2020

Idrogeno: una strategia strategica per chi?

Qual è la linea del Governo sull’idrogeno? Chi la detta e sulla base di quali considerazioni? La scelta di “quale” idrogeno dovrebbe tener conto dei diversi trade-off, senza creare conflitti tra obiettivi. Ma è singolare che la principale fonte del MiSE, seppur autorevole, sia un’azienda a controllo statale protagonista nelle partite energetiche dei prossimi anni.

5 Novembre 2020

Il dialogo OPEC-GECF: l’alba di un nuovo attore?

Si è tenuto il 4 novembre il primo incontro di alto livello nell’ambito dell’OPEC-GECF Energy Dialogue. È la nascita di un nuovo protagonista del panorama energetico o un tentativo destinato a restare incompiuto?

26 Ottobre 2020

Intervista a Carlo Rubbia: tra nucleare e fossili a 0 emissioni

Il Professor Rubbia è stato insignito lo scorso 8 settembre del prestigioso Global Energy Prize per “la promozione della sostenibilità nell’uso dell’energia nel campo delle scorie nucleari e della pirolisi del gas naturale”. Gli abbiamo chiesto di spiegarci perché queste due fonti/tecnologie sono importanti per il futuro energetico e ambientale.

10 Agosto 2020

L’era dell’idrogeno è davvero alle porte? \1

Negli ultimi anni l’idrogeno ha risvegliato l’interesse di molti e anche in Europa c’è grossa attesa per un suo sviluppo al 2050. Una valutazione complessiva deve però tener conto delle possibili implicazioni in termini di costi e sicurezza. L’era dell’idrogeno è davvero già arrivata?