Sotto la lente

25 Novembre 2020

La questione climatica tra cooperazione e geopolitica: intervista a Enrico Letta

Cooperazione nella lotta ai cambiamenti climatici e competizione nella corsa alla transizione energetica sono due facce della stessa medaglia. Se con Donald Trump ha prevalso una contrapposizione tribalistica, come cambia l’approccio degli Stati Uniti alla questione climatica con l’elezione di Joe Biden alla Casa Bianca? Quali margini sussistono per estendere e rafforzare la cooperazione, oltre che con l’Unione Europea, con la Cina? Considerazioni di carattere geopolitico possono minare gli sforzi cooperativi? Lo abbiamo chiesto a Enrico Letta, Rettore della Paris School of International Affairs (PSIA) presso l’Università Sciences Po di Parigi e Presidente dell’Institut Jacques Delors. Pur se il quadro multilaterale – attualmente più sano a Oriente che ad Occidente – andrà migliorando, la geopolitica non sparirà. All’Europa spetta il compito di ritagliarsi un proprio ruolo.

23 Novembre 2020

L’irresistibile leggerezza dell’idrogeno/2: costi di produzione e indicazioni per l’Italia

Se le dinamiche che riguardano i costi di produzione presenti e futuri dell’idrogeno grigio e blu sono chiare, più articolato è il calcolo che riguarda l’idrogeno verde. Ogni colore dell’idrogeno ha i suoi “se” e i suoi “però”, in particolare sul lungo termine. Dalle stime che oggi si possono effettuare si possono trarre diverse conclusioni, generali e per l’Italia. In particolare, sarebbe molto costoso e senza alcuna certezza di ricadute sull’industria nazionale perseguire obiettivi di produzione di idrogeno verde di breve periodo tramite incentivi. È invece di fondamentale importanza recuperare lo svantaggio competitivo che attualmente ci separa da Germania e Francia, puntando sull’idrogeno blu oltre che sul verde. A tal fine, è necessario investire in progetti pilota della taglia necessaria e sufficiente a favorire l’aggregazione delle competenze oggi diffuse tra centri di ricerca ed industria.

23 Novembre 2020

L’irresistibile leggerezza dell’idrogeno/1: coordinate per orientarsi nel dibattito

Tornato all’onore delle cronache per le sue mirabolanti prospettive di sviluppo, l’idrogeno necessita di chiarimenti in termini di tecnologie, costi e tempistiche, onde evitare di pagare caro errori cui l’Italia non è nuova. Per orientarsi in questo non facile dibattito, è utile innanzitutto inquadrarlo in una prospettiva storica. In seguito, conoscere lo stato dell’arte della produzione di idrogeno e le tecnologie cui far ricorso, come gli elettrolizzatori più adatti per la produzione di idrogeno verde da fonti rinnovabili, o la cattura e lo stoccaggio della CO2 per la produzione di idrogeno blu. Elementi necessari per comprendere la strategia a tre fasi della Commissione Europea: l’idrogeno blu fa da apripista al verde, che non sarà maturo e competitivo prima del 2040.

20 Novembre 2020

Il dito e la luna: conta più il consumatore o il venditore?

Crescono anche nel 2019 i prezzi dell’energia per famiglie e imprese europee: ma la liberalizzazione non doveva portare vantaggi per i consumatori? Gli aumenti dei prezzi sono molto differenziati da paese a paese, fino a 3 volte per le famiglie e fino a oltre 4 per le imprese. Di convergenza dei prezzi tra i paesi non v’è traccia. In Italia i prezzi sia per famiglie che per imprese sono superiori alla media europea. Per contro, molto meglio è andata ai venditori, i cui profitto sono aumentati come conseguenza di una scarsa pressione concorrenziale e di una politica accondiscendente dei regolatori. Cosa accadrebbe ai consumatori togliendo la tutela?

17 Novembre 2020

Enea Tech: una fondazione al centro del network dell’innovazione

Istituita col Decreto Rilancio di agosto, Enea Tech è la fondazione nata per gestire il Fondo di Trasferimento Tecnologico. Opera nelle fasi iniziali del processo di introduzione delle innovazioni laddove altre strutture non intervengono. Ha una dotazione iniziale di 500 milioni di euro ed è operativa da novembre.

16 Novembre 2020

France Relance e transizione ecologica

Quale posto occupa la transizione ecologica nel piano francese di rilancio dell’economia? Tema trasversale del piano da 100 miliardi di euro., per il governo francese l’ecologia è una leva importante per aumentare la competitività nazionale e la capacità di innovazione.

12 Novembre 2020

Idrogeno: una strategia strategica per chi?

Qual è la linea del Governo sull’idrogeno? Chi la detta e sulla base di quali considerazioni? La scelta di “quale” idrogeno dovrebbe tener conto dei diversi trade-off, senza creare conflitti tra obiettivi. Ma è singolare che la principale fonte del MiSE, seppur autorevole, sia un’azienda a controllo statale protagonista nelle partite energetiche dei prossimi anni.

11 Novembre 2020

Biden: un Presidente “dimezzato” anche nell’energia?

La mancata Onda Blu dei Democratici e la probabile conferma dei Repubblicani al Senato hanno portato a indicare quella di Biden come una ‘vittoria dimezzata’. Inevitabile che ciò si ripercuota anche nelle ambizioni e nei margini di manovra sui temi di energia e clima.

9 Novembre 2020

Il mercato dell’energia non esiste (quasi) più

Gli squilibri seguiti all’integrazione delle fonti rinnovabili hanno cambiato completamente la natura del mercato elettrico. Occorre prendere atto che la breve stagione della libertà imprenditoriale ha ceduto il passo a quella delle decisioni politiche.