Trend Topic

UE

17 Marzo 2021

Auto elettriche: dare tempo al tempo

È vero che le auto elettriche rilasciano minori emissioni di anidride carbonica rispetto alle auto a combustione interna o ibride? Dipende, servono una serie condizioni non sempre di facile realizzazione.

16 Marzo 2021

Lotta ai cambiamenti climatici: chi fa da sé fa per tre

Qual è il miglior modo per combattere i cambiamenti climatici? La risposta dei cittadini europei all’indagine della BEI potrebbe sorprenderci, e forse far riflettere, poiché rivela maggiore la fiducia in noi stessi che nella regolazione pubblica (specie in Italia).

11 Marzo 2021

Il PNRR secondo Einaudi

Alberto Clô e GB Zorzoli hanno raccolto le principali critiche al PNRR nell’editoriale in pubblicazione su ENERGIA 1.21. Prima di essere presentato all’UE, il PNRR dovrebbe assimilare due lezioni essenziali del Presidente Einaudi.

10 Marzo 2021

Recovery: una prospettiva rosea ma variegata

Molti segnali lasciano ben sperare in un ritorno della domanda mondiale di beni e servizi, anche se inizialmente sarà una ripresa a macchia di leopardo. L’analisi macroeconomica di Sergio De Nardis su ENERGIA 1.21.

16 Febbraio 2021

‘Transizione Ecologica’ o ‘Sognatori Eccezionali’?

Rielaborare la parte del Recovery Plan che riguarda l’energia e l’ambiente, gestire i nodi sulla valutazione dei progetti che si candideranno, definire le misure attuative, aggiornare il PNIEC. Sono alcune delle molte priorità che il nuovo Ministero dovrà affrontare, entro pochissimo tempo.

21 Settembre 2020

Quanto è verde la finanza mondiale?

La finanza sta davvero diventando più green? Con quali strumenti? Ma soprattutto, con che ritmo? Nella lotta ai cambiamenti climatici il tempo è il fattore cruciale. Su ENERGIA 3.20, Enzo Di Giulio e Stefania Migliavacca analizzano l’andamento di investimenti reali, green bond ed ETF ESG per capire quanto la finanza contribuisca alla decarbonizzazione.

10 Agosto 2020

L’era dell’idrogeno è davvero alle porte? \1

Negli ultimi anni l’idrogeno ha risvegliato l’interesse di molti e anche in Europa c’è grossa attesa per un suo sviluppo al 2050. Una valutazione complessiva deve però tener conto delle possibili implicazioni in termini di costi e sicurezza. L’era dell’idrogeno è davvero già arrivata?